Ramin Bahrami

12 agosto ore 22.00
PARCO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI SCOLACIUM

OCCIDENTE DA ORIENTE
Nuove e antiche rotte lungo terre e mari di mezzo 

con

Ramin Bahrami pianoforte
Francesco Colella voce recitante 

Musiche a cura di Ramin Bahrami
Testi persiani e classici greci a cura di Armando Vitale

Produzione originale del Festival

Nel titolo il senso profondo di una narrazione musicale e di parola che rappresenti una sorta di viaggio/dialogo tra due mondi, quello europeo e quello mediorientale, fondamenta dello spirito occidentale complessivo.
Il mondo greco, e la magna graecia italiana, come il mondo persiano a cui anche appartiene Ramin Bahrami, lungo le rotte del mar mediterraneo, hanno segnato una latitudine geografica e culturale archetipica e ineludibile ancora oggi.
Indagarne e collegarne i codici artistici e letterari, di simbolo e di significato, anche per la loro incidenza nei repertori più moderni o contemporanei, esprime l’intenzione forte del Festival di produrre riflessione culturale, e crediamo rappresenti anche una sfida fascinosa per gli artisti e per il pubblico.

TORNA SU