Lunedì 20 agosto
Parco Archeologico Scolacium – Borgia (CZ)

Una giornata con
MADRE TERRA

Progetto integrato di valorizzazione dell’ambiente attraverso il linguaggio dell’arte.
Mostre, dibattito, letture, spettacolo.
Campagna di sensibilizzazione e prevenzione per la natura 

Ore 13.00
aperitivo “Il succo degli alberi” – degustazione di oli doc

Ore 17.00
Mostra fotografica “L’albero racconta l’albero” con le straordinarie immagini di Nicola Scanga

Ore 18.00
Tavola rotonda. Introduce: prof. Pasquale Lettieri, rappresentante della Camera Regionale della Moda di Calabria. Segue dibattito con la stampa ed esperti di settore.

Ore 20.00
Apericena “Il frutto degli alberi” – degustazione di marmellate salate e dolci del Parco

Ore 22.00
Spettacolo

MADRE TERRA. IL CANTO DEGLI ALBERI
ideazione e regia  Angelica Artemisia Pedatella e Vincenzo Pupello
musica Oscar Bonelli
Compagnia Teatrale BA17
Madre Terra Letizia Trunfio / Lucia Grillo
Fata Angelica Artemisia Pedatella
Ninfa Ivana Pantaleo
Danzatrice Stefania Amira

Uno spettacolo drammaturgico, coereutico e musicale, all’insegna della natura, dell’ambiente, dell’ecologia e della bellezza estetica e della creatività artistica; a risvegliarsi è la stessa Madre Terra, furiosa prima, placata poi, che ritrova se stessa nel dialogo dei suoi elementi interpretata da Letizia Trunfio e Lucia Grillo  entrambe da anni residenti all’estero, le due artiste ritornano in Calabria proprio per riassaporarne e riproporne il potente valore naturalistico. La performance di Ivana Pantaleo, creatrice di una linea di alta moda totalmente ecologica e di un brand di moda etica, rimarcherà i valori del rispetto dell’ambiente, del bene culturale, nel segno di un’armonia intima e possibile tra uomo e natura, sullo sfondo di una scenografia suggestiva, con la musica potente del polistrumentista Oscar Bonelli, accompagnato dalla magnetica danza Stefania Amira e dalle misteriose leggende sui segreti del mondo interpretate Angelica Artemisia Pedatella.

TAVOLA ROTONDA

Pasquale Lettieri è curatore di numerosi eventi e critico, poeta, biografo e giornalista. Ha curato mostre e rassegne dedicate alla ricerca artistica contemporanea: Jackson Pollock, Lucio Fontana, Jean Jacques Lebel, Ugo Nespolo, Mario Schifano, Raffaele Canoro, Raffaele Lippi, Joan Mirò, Salvatore Emblema, Giorgio De Chirico.
Professore di Stile, Storia dell’arte e del costume all’Accademia di Belle Arti Fidia, dove è Direttore del Dipartimento di Progettazione e Arti applicate, Docente e Cultore della Materia di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti di Roma, docente di Letteratura e Arte contemporanea presso l’Università UPM di Milano Ha condotto da Napoli il programma culturale Pomeriggio Italia per le reti private Mediaset. Come esperto e perito d’arte CCIA di Napoli, ha lavorato alla ricostruzione storico/filologica e all’archiviazione di importanti opere d’arte di grandi maestri dall’antichità al contemporaneo

NOTE SUGLI ARTISTI

Letizia Trunfio lavora dal 2011 al Programma Europa Creativa – MEDIA di EACEA, l’Agenzia Esecutiva dell’Unione Europea per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura. Qui, a seguito di un lungo percorso  nella valutazione e selezione di progetti nell’ambito dello schema TV Programming prima e dell’Audience Development poi, è responsabile del nuovo schema Film Education. Proveniente da una formazione interculturale, ha esperienza nella traduzione e nell’interpretariato. Parla inglese, francese, spagnolo, e conosce il greco moderno, il turco e l’ebraico.

Lucia Grillo si laurea presso la prestigiosa Tisch School of the Arts della New York University, seguendo contemporaneamente i corsi di recitazione della Lee Strasberg Theatre Institute a New York. Fonda Calabrisella Films con cui realizza film tra Stati Uniti e Italia. Attualmente è in fase di sviluppo del suo rimo lungometraggio d’autore e sta adattando per la TV un libro storico su tre generazioni di donne: tutti e due i progetti sono ambientati tra Calabria e New York. A Lucia è stato conferito il titolo di Ambasciatore di Calabria dai presidentI delle regioni Lazio e Calabria “per aver esaltato nel mondo del cinema la calabresità ben oltre i limiti regionali”.

Ivana Pantaleo, laureata con Lode in Scienze Umanistiche, indirizzo Arti e Scienze dello Spettacolo a La Sapienza di Roma, diplomata come stilista e insegnante di modellismo e sartoria, lavora come attrice di cinema e teatro, danzatrice, cantante, doppiatrice e eco-stilista specializzata su tessuti e tinture naturali. È creatrice del brand di moda etica e sostenibile NANA’E0EL by Nanaaleo e del progetto “CLOTHERAPY” con cui ha sfilato su passerelle nazionali ed internazionali. Si dedica a progetti agricoli per il recupero delle tradizioni tessili e artigianali italiane, unendo le arti performative e la moda al benessere e al rispetto della saluta e del pianeta.

Stefania Amira è danzatrice e insegnante di danze orientali, ha iniziato a ballare da bambina danza classica e jazz, approfondendo numerosi stili e dedicandosi al mondo della danza orientale nelle sue diverse specializzazioni. Si è esibita in Italia e all’estero in contest nazionali ed internazionali, e realizza workshop e corsi di formazione sulle ritmiche. Dal 2015 dirige spettacoli di danza orientale, realizzando esperimenti di fusion con altre arti e promuovendo la musica dal vivo durante gli spettacoli, lavorando sull’idea dell’integrazione tra il mondo orientale e quello occidentale nel bacino del Mediterraneo. Il suo ultimo spettacolo è Fuga d’Oriente – produzione ISIDEA (2017-2018).

Oscar Bonelli è polistrumentista ed esperto di canto armonico, Oscar Bonelli lavora da diversi anni sugli effetti che la musica produce su corpo e mente. Bonelli suona strumenti antichi provenienti da diverse culture ma costruisce anche da sé strumenti ricavati da materiali naturali o da ossa e qualunque elemento possa produrre musica. Il suono degli strumenti antichissimi o ricavati dalla natura è in grado di attivare nuove percezioni nell’ascoltatore e raccoglie intorno a Bonelli un consenso sempre più ampio. Il suo lavoro di ricerca si spinge verso collaborazioni con danzatori e artisti di alto livello all’interno dei contesti più diversi. Alle recenti collaborazioni con Alessio Boni e Maria Rosaria Omaggio, affianca un progetto di rivalutazione dei parchi archeologici e dei monumenti antichi insieme ad artisti di varie discipline.

Angelica Artemisia Pedatella, attrice, sceneggiatrice, musicista e docente, ha compiuto i suoi studi diplomandosi in pianoforte ed in recitazione e laureandosi in lettere a Roma, presso l’Università Sapienza di Roma. Accanto alle attività artistiche e culturali, collaborazioni con l’università, ha recitato in spettacoli della grande tradizione teatrale italiana e del Novecento, lavorando anche con Giorgio Albertazzi. Si è dedicata fin da giovanissima alla cultura e all’arte in maniera eclettica. Ha svolto attività di concertismo e ha scritto per diversi editori (CNRS Parigi – Newton Compton – Pellegrini – Pioda Imaging – Simone). Per la Newton Compton ha pubblicato il volume, più volte in ristampa, Le donne più malvagie della storia d’Italia. Scrive drammaturgie e sceneggiature per il mercato italiano ed estero, impegnandosi nel contempo nella realizzazione di eventi nel campo della letteratura e del sociale e  collaborando con Enti Pubblici e Comuni italiani per la realizzazione di eventi culturali per la valorizzazione del territorio e per la promozione dell’integrazione culturale. Ha recitato in sceneggiati per la RAI e accanto all’attività artistica in qualità di attrice e di sceneggiatrice, svolge attività di docenza e ricerca presso l’Università Telematica E-.Campus. Nel 2018 ha fondato con il musicista e lighting designer Vincenzo Pupello la Compagnia Teatrale BA17 per la promozione di progetti artistici che uniscono etica ed estetica in una formula innovativa e dell’eccellenza della terra di Calabria e del Mediterraneo. MADRE TERRA è il primo progetto a carattere internazionale della compagnia.

Vincenzo PupelloLighting designer, musicista e arrangiatore, ha lavorato con nomi importanti del panorama internazionale pop come musicista, dedicandosi poi alla composizione e all’arrangiamento per diversi artisti del panorama italiano. In Calabria, è impegnato nel lavoro di produzione musicale di nuovi cantautori. La passione per l’illuminotecnica lo ha portato a lavorare per diversi eventi nazionali e a sviluppare un’estetica del tutto personale. Compone musica nei diversi generi, lavorando con diverse realtà relative a spettacolo ed entertainment. La scelta di restare in Calabria per valorizzare il proprio territorio natio lo porta nel 2018 a fondare insieme all’attrice e autrice Angelica Artemisia Pedatella la  Compagnia Teatrale BA17 dedicandosi alla regia e alla direzione artistica. MADRE TERRA è il secondo progetto di regia, dopo Ascolta il suono della terra, ascolta il canto degli alberi (2018), che ha ricevuto il Patrocinio della Protezione Civile Regione Calabria per il suo valore etico ed estetico.

Per prenotazioni e diponibilità

Infoline +39 366 43 62 321  |  segreteria@armoniedarte.com

TORNA SU